ERASMUS e ERASMUS+

PROGETTO KA2 Partenariati Strategici per gli Scambi tra Scuole:

Our Cultural Diversity - Our Common Strength

“Our Cultural Diversity – Our Common Strength” è il progetto Erasmus+ ottenuto dal Liceo Monti che comporterà la mobilità di una delegazione di studenti e di tre docenti. Nel progetto sono coinvolte due scuole partner, una lussemburghese e l’altra svedese, rispettivamente l’Athénée de Luxembourg e il Gymnasium Skövde Västerhöid. L’idea centrale del progetto consiste nel promuovere la conoscenza del patrimonio culturale del nostro territorio, condividerla con le scuole partner e riflettere su quanto ci accomuna o ci differenzia, nella convinzione che la conoscenza della propria e altrui identità culturale costituiscano un importante arricchimento nella crescita personale . Le esperienze di mobilità in Svezia e in Lussemburgo, nonché l’accoglienza delle scuole partner presso la nostra scuola, offriranno occasioni di confronto, visite a luoghi di interesse culturale e momenti di condivisione che ci auguriamo possano proseguire anche dopo la conclusione del progetto, che avrà durata biennale. Gli studenti saranno coinvolti in attività che comporteranno anche uno scambio di buone pratiche dal punto di vista metodologico, quali ad esempio il dibattito regolamentato, tese a migliorare le abilità linguistiche e comunicative, ma anche a sviluppare competenze trasversali in quanto gli studenti saranno direttamente coinvolti anche in aspetti organizzativi del progetto. In particolare la nostra scuola si è impegnata a diffondere esperienze di debate, per cui gli studenti, di terzo e quarto anno, verranno selezionati tra i partecipanti alle attività opzionali di TOMUN e Debate.

 

AGGIORNAMENTO ottobre 2022

   

AGGIORNAMENTO ottobre 2021

 LOGO CONTEST
Il primo anno del progetto Erasmus + “Our cultural diversity – Our common strength” si è purtroppo svolto unicamente con attività online a causa della pandemia. Tuttavia l’attività del logo contest, organizzata con i nostri partner europei (l’Athénée de Luxembourg  e il Gymnasium Skövde  Västerhöid in Svezia) per realizzare un logo identificativo del nostro progetto, ha avuto un’ampia partecipazione.
La prima fase si è svolta all’interno delle singole scuole. Al Liceo Monti sono state coinvolte quattro intere classi (1CSC, 2CSC, 3CSC e 2DSC), per un totale di oltre 80 studenti. I prof. Elisabetta Mullano e Giacomo Cornelio hanno seguito passo passo i ragazzi attraverso Google classroom e Google meet, fornendo loro modelli e materiali, guidandoli con feedback costante sia nelle fasi di ideazione e progettazione, sia nella realizzazione dei bozzetti preparatori e del prodotto finale.
Il logo doveva ispirarsi principalmente all’importanza del patrimonio culturale come elemento di identità e di confronto, e poteva far riferimento ai partner europei del progetto. La giuria, costituita da cinque docenti, ha avuto l’onere di selezionare i tre migliori lavori tra i tanti degni di nota sia per creatività che per realizzazione grafica. 
I 3 loghi selezionati sono stati i seguenti:
 

Gli studenti selezionati sono stati premiati con dei buoni-libro.

La seconda fase del progetto ha visto un momento di confronto online tra le tre scuole, in cui gli studenti dei rispettivi istituti hanno presentato il loro logo, spiegando come hanno lavorato e in che modo il logo si riferiva al tema del patrimonio culturale. Per la nostra scuola Niccolò Parisi ha presentato il logo. L’incontro è stato poi arricchito da una presentazione dell’ Athénée de Luxembourg   sulla figura di Erasmo da Rotterdam. 
I docenti hanno quindi suggerito di creare un logo definitivo, nato dall'integrazione di tutti e tre i lavori presentati (partendo dal logo della scuola lussemburghese, integrato con i fiori presenti nel logo svedese e i colori del logo del Monti). 
Ecco quindi il risultato definitivo, di cui siamo molto orgogliosi, essendo nato dalla cooperazione tra scuole, obiettivo del nostro progetto. 

 

AGGIORNAMENTO novembre 2021

  PRIMA MOBILITA’ DEL PROGETTO
L'incontro in Lussemburgo tra le tre scuole partner del Progetto Erasmus+ “Our cultural diversity- Our common strength” che si è tenuto dal 6 al 9 ottobre 2021 è stato più che positivo. Innanzitutto si è trattato del primo incontro in presenza, dopo numerose riunioni on-line. Condividere idee e portare il contributo di ognuno dei paesi coinvolti, con il proprio retaggio e approccio culturale, è stato un grande arricchimento e ha permesso al progetto di prendere forma concretamente. E’ stato impostato un programma di massima per le visite con gli studenti nei tre Paesi partner, che sarà costituito da attività di ricerca e discussione attraverso lavori di gruppo, visite sul territorio e momenti di socializzazione, al fine di comprendere usi e costumi del luogo, nella consapevolezza che la diversità del patrimonio culturale costituisce un valore importante. 
Il primo incontro con gli studenti avrà luogo in Svezia (marzo 2022), poi avremo il piacere di accogliere le scuole partner (ottobre 2022) e infine concluderemo l’esperienza in Lussemburgo (novembre 2022).
Ringraziamo il Dirigente dell’Athénée de Luxembourg, Claude Heiser, e le colleghe Nancy Janssen e Véronique Igel per la calorosa accoglienza.
 

 

AGGIORNAMENTO Giugno 2022

Dopo tanta attesa, ha finalmente  avuto luogo la mobilità dell’Erasmus KA2, con un gruppo di dieci studenti di vari indirizzi del nostro liceo, che ha avuto come meta la città di Skövde in Svezia.
Calorosa l’accoglienza ricevuta dalle famiglie ospitanti a dalla scuola, il Gymnasium Skövde Västeröjd, che ha predisposto un fitto programma in cui si sono alternate attività laboratoriali incentrate sul valore del patrimonio culturale, visite guidate a luoghi di interesse, quali il Monastero di Varhem o il Museum of World Culture di Gothenburg, e, infine, bei momenti di condivisione e socializzazione tra i nostri ragazzi, quelli dell’Athenée de Luxembourg – scuola coordinatrice del progetto– e gli studenti della scuola ospitante.
A metà ottobre sarà il nostro Liceo ad accogliere le scuole partner: docenti e studenti sono già al lavoro per ricambiare al meglio l’ospitalità e organizzare nuove attività, in coerenza con gli obiettivi del progetto.